Kelly Clarkson - The War Is Over (traduzione)

The War Is Over - La guerra è finita

I watch the days rush by me like a river
I shouldn't wait but I'm scared to touch the water
I let the phone ring, why won't you believe
I wait for silence, takes a lot not to answer

All I have to say
Is you don't deserve me

You don't deserve me
I'm finally walking away
Cause you don't deserve me
And you're not worthy

And I won't let you pour me in
Because I know you're gonna win
(The war is over)
But the war is over
(The war is over)
And I won't fight you anymore
I've never been so sure
(The war is over)
Cause the war is over

I used to let you paint 'em pretty pictures
You got me caught up with your "You're my girl forever"
So I forgive you; it felt good when you hold me
Yeah, you owned me, now you wish you had really known me

All I have to say
Is you don't deserve me
You don't deserve me
I'm finally walking away
Cause you only hurt me
And you're not worthy

And I won't let you pour me in
Because I know you're gonna win
(The war is over)
But the war is over
(The war is over)
And I won't fight you anymore
I've never been so sure
(The war is over)

This is not my surrender
I'm not running for cover
I'm right here, I know you see me
But your words don't longer defeat me

In the night, when you're lonely
You remember how much you miss me
So you call, well I swear
You can try a million times, you'll get the same message

All I have to say
Is you don't deserve me

You don't deserve me
I'm finally walking away
Cause you only hurt me
And you're not worthy

And I won't let you pour me in
Because I know you're gonna win
(The war is over)
But the war is over
(The war is over)
The war is over
The war is over
The war is over
(The war is over)
The war is over
(The war is over)
The war is over
The war is over
The war is over


Osservo i giorni scorrermi accanto come un fiume
Non dovrei aspettare, ma ho paura a toccare l'acqua
Lascio che il telefono squilli; perché non vuoi credere
Che aspetto il silenzio, che mi serve uno sforzo enorme per non rispondere?

L'unica cosa che ho da dire
E' che non mi meriti
Non mi meriti
Finalmente me ne sto andando
Perché non mi meriti
E non ne vali la pena

E non ti permetterò di trascinarmi dentro
Perché so che vinceresti tu
(La guerra è finita)
Ma la guerra è finita
(La guerra è finita)
E non ti combatterò più
Non sono mai stata più sicura
(La guerra è finita)
Perché la guerra è finita

Una volta ti lasciavo raccontare agli altri le tue belle storielle
Mi hai presa in trappola col tuo "Sarai la mia ragazza per sempre"
Quindi ti perdono; era bello quando mi tenevi stretta
Già, ero tua, ora ti piacerebbe avermi conosciuta davvero

L'unica cosa che ho da dire
E' che non mi meriti
Non mi meriti
Finalmente me ne sto andando
Perché mi hai solo ferita
E non ne vali la pena

E non ti permetterò di trascinarmi dentro
Perché so che vinceresti tu
(La guerra è finita)
Ma la guerra è finita
(La guerra è finita)
E non ti combatterò più
Non sono mai stata più sicura
(La guerra è finita)

Questa non è la mia resa
Non sto scappando in cerca di un riparo
Sono proprio qui, so che mi vedi
Ma le tue parole non possono più sconfiggermi

La notte, quando ti senti solo
Ti ricordi quanto ti manco
Quindi mi chiami; beh, te lo giuro
Puoi provare un milione di volte, sentirai sempre lo stesso messaggio

L'unica cosa che ho da dire
E' che non mi meriti
Non mi meriti
Finalmente me ne sto andando
Perché mi hai solo ferita
E non ne vali la pena

E non ti permetterò di trascinarmi dentro
Perché so che vinceresti tu
(La guerra è finita)
Ma la guerra è finita
(La guerra è finita)
La guerra è finita
La guerra è finita
La guerra è finita
(La guerra è finita)
La guerra è finita
(La guerra è finita)
La guerra è finita
La guerra è finita
La guerra è finita

James Blunt - Same Mistake; confronto di traduzione

L) Con un po' di fatica sono riuscito a stanare un altro bel lavoretto su un testo di James Blunt... sto finendo i testi brutti, aiutatemi! Se ne trovate qualcuno che è palesemente illeggibile segnalatemelo, sono a corto di risorse! In questo caso, ad ogni modo, mi sa che sarà una vera faticaccia sistemare tutto; ci sono errori di ogni tipo, dalle incongruenze temporali a significati inventati di verbi. Per inciso: di solito cerco di "aggiustare" un po' almeno l'impaginazione delle altre traduzioni che copio qui (se non altro per offrire un parallelo più immediato da vedere tra i due testi), ma questa volta ho preferito lasciare tutto com'era per farvi capire come, a parte tutto il resto che ovviamente scriverò nelle note, spesso mi trovi davanti a patchwork di righe, annotazioni e rit x2 che mi fanno impallidire... Mi spiace solo di non avervi potuto fornire anche il testo in inglese che hanno usato - quello sarebbe meglio capirlo e basta, almeno qui - perché HE'D mi aveva emozionato parecchio; vi faccio notare che per battere l'apostrofo è necessario alzare il dito da shift, quindi o per tre secondi è scattata un'inspiegabile capsrage o c'era proprio l'intenzione di scrivere in maiuscolo l'inizio di un discorso diretto (dimenticando le virgolette di apertura, che, ironia della sorte, in realtà non ci vanno, dato che non c'è nessun discorso diretto lì). Spero di avervi confuso abbastanza da darvi un'idea del casino in cui mi sono infilato; dunque cominciamo.

Same Mistake - Stesso Errore

Saw the world turning in my sheets [1]
And once again I cannot sleep
Walk out the door and up the street
Look at the stars beneath my feet
Remember rights that I did wrong [2]
So here I go [3]

Hello, hello [4]
There is no place I cannot go
My mind is muddy but
My heart is heavy, does it show [5]
I lose the track that loses me [6]
So here I go

And so I sent some men to fight
And one came back at dead of night
Said he'd seen my enemy [7]
Said he looked just like me
So I set out to cut myself [8]
And here I go

I’m not calling for a second chance [9]
I’m screaming at the top of my voice
Give me a reason, but don’t give me choice
Cause I’ll just make the same mistake again

And maybe someday we will meet
And maybe talk and not just speak [10]
Don’t buy the promises ’cause [11]
There are no promises I keep
And my reflection troubles me [12]
So here I go

I’m not calling for a second chance
I’m screaming at the top of my voice
Give me a reason, but don’t give me choice
Cause I’ll just make the same mistake

I’m not calling for a second chance
I’m screaming at the top of my voice
Give me a reason, but don’t give me choice
Cause I’ll just make the same mistake again


So while I’m turning in my sheetsAnd once again I cannot sleep
Walk out the door and up the street
Look at the stars
Look at the stars fall down
And I wonder where
Did I go wrong


Guardavo il mondo girandomi tra le mie lenzuola [1]
E ancora una volta non riesco a dormire
Esco di casa e vado per stada
Guardando le stelle sotto i miei piedi
Ricordando le cose giuste che io feci male 
[2]
E cosi vado 
[3]

Ciao ciao 
[4]
Non c’è posto dove non possa andare
La mia mente è confusa ma
Il mio cuore è forte,lo dimostro 
[5]
Ho perso la traccia che perde me 
[6]
E cosi vado

Così ho mandato alcuni uomini per combattere,
e uno di loro tornò nel cuore della notte
disse hai visto il mio nemico? 
[7]
disseassomigliava proprio a me
cosi sono partito per tagliare la corda 
[8]
e cosi vado.

Rit:Non sto chiamando per una seconda possibilità 
[9]
Sto gridando con tutta la mia voce
Dammi una ragione, ma non darmi una scelta
Perché farò ancora lo stesso errore.

magari un giorno ci incontreremo

forse parleremo senza solo colloquiare 
[10]
non chiedermi di promettere 
[11]
perché non ci sono promesse che sia in grado di mantenere
e il mio riflettere mi spaventa 
[12]
e cosi vado

rit x2

così mentre mi rotolo tra le lenzuola
e ancora una volta,non riesco a dormire
esco di casa e vado per strada
guardo le stelle,
guardo le stelle che stanno cadendo
e mi chiedo dove avevo sbagliato



Ho visto il mondo girandomi tra le lenzuola [1]
E ancora una volta non riesco a dormire
Esco dalla porta e percorro la strada
Guardo le stelle sotto ai miei piedi
Ricordo le belle cose che ho sbagliato [2]
Ed eccomi lì [3]

C'è nessuno? [4]
Non c'è posto in cui non possa andare
La mia mente è annebbiata, ma
Il mio cuore è pesante; si vede? [5]
Perdo il sentiero che perde me [6]
Ed eccomi lì

E così ho inviato alcuni uomini a combattere
E uno è tornato nel cuore della notte
Ha detto di avere visto il mio nemico [7]
Ha detto che era proprio uguale a me
Così mi preparo a farmi del male [8]
Ed eccomi lì

Non sto chiedendo una seconda occasione [9]
Lo sto gridando con tutta la voce che ho
Dammi una motivazione, ma non darmi scelta
Perché commetterei lo stesso errore di nuovo

E forse un giorno o l'altro ci incontreremo
E magari chiacchiereremo invece di parlare soltanto [10]
Non berti le promesse perché [11]
Non c'è promessa che io mantenga
E la mia riflessione mi impensierisce [12]
Ed eccomi lì

Non sto chiedendo una seconda occasione
Lo sto gridando con tutta la voce che ho
Dammi una motivazione, ma non darmi scelta
Perché commetterei lo stesso errore

Non sto chiedendo una seconda occasione
Lo sto gridando con tutta la voce che ho
Dammi una motivazione, ma non darmi scelta
Perché commetterei lo stesso errore di nuovo

Così mentre mi rigiro tra le lenzuola
E ancora una volta non riesco a dormire
Esco dalla porta e percorro la strada
Guardo le stelle
Guardo le stelle cadere
E mi chiedo dove
Ho sbagliato

note
[1] Questa nota la metto all'inizio per non doverla ripetere fino allo sfinimento, ma vale almeno per quattro o cinque. Lasciando perdere l'inglese, lasciando perdere che è un testo non facilissimo... tu ti ritrovi con una traduzione fatta da te, ok? Mettiamo, ipoteticamente, che ti balzi in mente l'idea assurda di rileggerla - non sia mai, per carità, ma mettiamo. Sai l'italiano, vero? Almeno quello si spera di sì. Bene. Mi spieghi che cazzo vuol dire guardavo il mondo e ancora una volta non riesco a dormire? Nel caso non si fosse capito, sto parlando della concordanza dei tempi e modi verbali; anche se dall'inglese si resta quasi sempre nel dubbio su come rendere, l'unione di più verbi in un periodo dovrebbe permettere di capire il tempo e modo esatti da usare... e invece no. Andiamo a sentimento: passati remoti più vicini di passati prossimi, imperfetti a caso in qua e là, come questo, seguito da un presente tanto per...

[2] Sorvolando sui tempi perché mi sono promesso di non parlarne più per non impazzire... devo dire che ci siamo vicini, se non che non si capisce cosa vuole dire. Ovvero, secondo me avevano capito il senso della frase, ma l'hanno espresso in un modo molto macchinoso da districare. Le rights sono le azioni corrette, quindi cose giuste rende abbastanza l'idea, ma seguito da fare male ci si perde. Magari è solo una mia sensazione, ma leggendolo non mi piace per niente.

[3] Su questo and here I go bisogna soffermarsi un attimo. Per prima cosa, non va tradotto letteralmente, visto che here I go è un modo di dire, anche perché qui non avrebbe nessun senso (non sarebbe così vado, come è scritto in blu, ma vado qui). Il problema è che non esiste un equivalente vero italiano; sarebbe un po' come dire ecco quello che faccio, quindi ho cercato una formuletta da ripetere che non suonasse troppo male e che mantenesse circa lo stesso significato.

[4] Qui è inesperienza. In inglese hello si usa anche per chiedere se c'è qualcuno (addirittura anche al posto di pronto al telefono); sommateci che nei testi in inglese i punti di domanda sono sistematicamente ignorati, ed eccovi la soluzione dell'enigma.

[5] Due al prezzo di uno, e sono entrambi articoli di qualità. Il primo è chiaro come il sole; dato che heavy, figurativamente, assume sempre e solo significati negativi, è evidente come leggere ma sia bastato a pensare di aver capito tutto senza dovere fare lo sforzo di capire niente. Il secondo è, se non proprio stupido, come minimo inventato. Anche qui l'inesperienza non fa notare delle domande in giro per il testo senza una punteggiatura adeguata, e ci si inventa dei deliri del genere (che, per chi se lo stesse chiedendo, non è neanche lontanamente una possibile traduzione).

[6] Qui aggiungiamo alla collezione i significati sbagliati delle singole parole; errore idiota, ma il nostro carrello della spesa è sempre più fornito...

[7] Ovviamente, visto che dove ci vanno delle domande non le mettiamo, facciamo pari vedendone dove non ce n'è. E, sempre se qualcuno ancora ci sperasse, non è grammaticalmente possibile passare dal testo in rosso a quello in blu; a meno di non chiamarsi selfishpunkshit, va da sé. Lui fa quello che vuole, cazzo!

[8] Questo è probabilmente il main event della pagina. Partiamo da set out. Punto 1: è presente, non passato; ma ho promesso di non parlare dei tempi. Punto 2: è una forma idiomatica, quindi basta aprire il signor dizionario e scoprire cosa vuole dire. Punto 3: anche senza capire che è una forma idiomatica non potrebbe mai voler dire partire. E siamo solo a metà; quello che viene dopo mi ha letteralmente lasciato immobile davanti al monitor per alcuni lunghi istanti. Devo dire che almeno un errore in questa riga un po' me lo sarei aspettato, ma un improvviso picco di fantasia del genere non era davvero prevedibile, anche visto il resto della traduzione fino a qui. E' difficile dire altro... non è neanche lontanamente possibile, non ha senso col testo, non era neppure facile da immaginare... Good job!

[9] Altro verbo idiomatico preso alla lettera; almeno questa volta la traduzione era davvero letterale, e non inventata. Non mi dilungo oltre.

[10] Altro bel colpo. Quando ci si trova di fronte ad un gioco di parole scatta sempre una strana frenesia in chi traduce (a meno di non essere temprati da anni di esperienza come il sottoscritto, ovviamente), che lo spinge a volare con la fantasia verso orizzonti distorti ma indubbiamente suggestivi. In pratica, leggendo due quasi sinonimi si è capito dove stava il trucco e si è convertito con due quasi sinonimi anche in italiano. Lodevole, se non che, magari, potrebbe essere utile capire perché sono solo "quasi". Blunt, quando vuole, sa rendere il mio lavoro difficile; non esistono vere differenze tra speak e talk in termini di contesti di utilizzo più ampi di singole espressioni, ma ho poi scoperto che il primo tende, laddove entrambi potrebbero andare bene, ad essere usato in contesti più formali, mentre il secondo negli altri casi. Di conseguenza: speak = parlare da gentiluomini, talk = parlare in amicizia. Ovviamente sto esagerando la cosa, ma spero di avere chiarito il concetto. Ora: qualcuno sa dirmi, a sentimento, qual è il rapporto tra chiacchierare e parlare? E' lo stesso tra colloquiare e parlare? Ai lettori l'ardua sentenza.

[11] Per l'ennesima volta si è tradotto cercando di immaginarsi cosa volesse dire un verbo idiomatico; bello lo sforzo di fantasia per arrivare ad un risultato leggibile, peccato che sia tutto da buttare.

[12] Questa ultima nota non è per segnalare un'errore, quanto per fare una precisazione. Questo my reflection può essere letto in due modi: la mia riflessione o il mio riflesso. Il primo caso è quello che ho adottato, riferito evidentemente al discorso appena fatto; è comunque possibile, anche se forse meno probabile, che Blunt volesse dire che a spaventarlo è la sua immagine riflessa, ovvero il ritratto poco lusinghiero che ha appena fatto di sé con l'affermazione precedente. Qui si potrebbe discutere all'infinito su una o l'altra: grammaticalmente sono valide esattamente in egual misura, logicamente anche. Fatevene una ragione, è toccato anche a me - più che altro perché ho dovuto scriverci questa nota.

Delain - Hit Me With Your Best Shot (traduzione)

Hit Me With Your Best Shot - Colpiscimi più forte che puoi

Hit me with your best shot
Give me all that you've got
Hit me til I'm down and out
And black and blue
Now for the love of God
Hit me with your best shot

It was the last thing on my mind
Well could it be, could it be,
At the wrong place, the right time
Bittersweet surrender I

Let the face of concrete meet with mine

Wait to kick me when I'm the ground
Wait to kick me when I'm already down
When you thought I'd turn around
I turned the other cheek

Hit me with your best shot
Give me all that you've got
Hit me til I'm down and out
And black and blue
Now for the love of God
Hit me with your best shot

You made my peaceful bubble burst
Well you don't just leave me
Destroy me first
Bittersweet surrender I
Let you mark the spot

Hit me with your best shot
Give me all that you've got
Hit me til I'm down and out
And black and blue
Now for the love of God
Hit me with your best shot
Give me all that you've got
Hit me til I'm down and out
And black and blue
Now for the love of God
Hit me with your best shot

We're falling to pieces
One by one we're going down
We pick up the pieces
Or leave them scattered on the ground
This will be your final chance to fight for what we've got

Hit me with your best shot
Give me all that you've got
Hit me til I'm down and out
And black and blue
Now for the love of God
Hit me with your best shot
Give me all that you've got
Hit me til I'm down and out
And black and blue
Now for the love of God
Hit me with your best shot



Colpiscimi più forte che puoi
Fammi vedere il meglio che sai fare
Colpiscimi finché non sarò a terra e fuori combattimento
E coperta di lividi
Ora, per l'amor del cielo
Colpiscimi più forte che puoi

Era l'ultima cosa che mi passasse per la testa
Beh, è possibile, è possibile che fosse
Nel posto sbagliato, nel momento giusto
Una resa dolce e amara, lascio
Che la superficie del cemento incontri il mio volto

Esiti a prendermi a calci quando sono a terra
Esiti a prendermi a calci quando sono già caduta
Quando pensavi che mi sarei voltata
Ho porto l'altra guancia

Colpiscimi più forte che puoi
Fammi vedere il meglio che sai fare
Colpiscimi finché non sarò a terra e fuori combattimento
E coperta di lividi
Ora, per l'amor del cielo
Colpiscimi più forte che puoi

Hai scoppiato la mia bolla pacifica
Beh, ora non lasciare che
Io mi distrugga per prima
Una resa dolce e amara, lascio
Che tu segni il punto

Colpiscimi più forte che puoi
Fammi vedere il meglio che sai fare
Colpiscimi finché non sarò a terra e fuori combattimento
E coperta di lividi
Ora, per l'amor del cielo
Colpiscimi più forte che puoi
Fammi vedere il meglio che sai fare
Colpiscimi finché non sarò a terra e fuori combattimento
E coperta di lividi
Ora, per l'amor del cielo
Colpiscimi più forte che puoi

Stiamo cadendo a pezzi
Uno dopo l'altro stiamo cadendo
Raccogliamo i pezzi
O li lasciamo sparsi per terra
Questa sarà la tua ultima occasione per combattere per quello che abbiamo

Colpiscimi più forte che puoi
Fammi vedere il meglio che sai fare
Colpiscimi finché non sarò a terra e fuori combattimento
E coperta di lividi
Ora, per l'amor del cielo
Colpiscimi più forte che puoi Fammi vedere il meglio che sai fare
Colpiscimi finché non sarò a terra e fuori combattimento
E coperta di lividi
Ora, per l'amor del cielo
Colpiscimi più forte che puoi

Nightwish - Amaranth; confronto di traduzione

L) I Nightwish sono uno di quei gruppi la cui fama li fa oscillare tra il non venire tradotti e il non venire tradotti da chiunque passi - la posizione ideale per un gruppo, se vuole avere una localizzazione decente in giro per il mondo. Purtroppo per loro, però, i loro testi sono di difficoltà molto altalenante, cosa che può spingere un traduttore ad iniziare il lavoro di un album trovandosi prima davanti a dei testi facili per poi capitare di fronte al mattone indecifrabile che lo lascia letteralmente spiazzato. Cosa fare? Di solito vince la linea del "tanto era ermetico in inglese, lo sarà anche in italiano". Sbagliato. Le conseguenze? Testi come questo, che pur non essendo imbarazzanti fanno sinceramente una brutta figura davanti ad una traduzione di livello più adeguato (lo so, la modestia è la mia virtù migliore. In realtà è colpa vostra, non ci fate abbastanza complimenti e mi ritrovo costretto a farmeli da solo). Deliri a parte, apriamo le danze. Notare l'effetto fantastico che fa una pagina dove gli apostrofi e le lettere accentate sono letti come punti interrogativi - e non sto parlando di questa.

Amaranth - Amaranto

Baptised with a perfect name
The doubting one by heart [1]
Alone without himself

War between him and the day
Need someone to blame
In the end, little he can do alone

You believe but what you see
You receive but what you give

Caress the one, the never fading rain in your heart [2]
The tears of snow white sorrow [2]
Caress the one, the hiding amaranth in a land [2]
Of the daybreak [2]

Apart from the wandering pack
In this brief flight of time [3]
We reach for the ones who ever dare [4]

You believe but what you see
You receive but what you give

Caress the one, the never fading rain in your heart
The tears of snow white sorrow
Caress the one, the hiding amaranth in a land
Of the daybreak

Caress the one, the never fading rain in your heart
The tears of snow white sorrow
Caress the one, the hiding amaranth in a land
Of the daybreak

Reaching, searching for something untouched [5]
Hearing voices of the never fading calling
(Calling)
(Calling)

Caress the one, the never fading rain in your heart
The tears of snow white sorrow
Caress the one, the hiding amaranth in a land
Of the daybreak

Caress the one, the Never-Fading rain in your heart
(Rain)
The tears of snow white sorrow
(Rain)
Caress the one, the hiding amaranth in a land
Of the daybreak
(Daybreak)


Battezzato con un nome perfetto
Colui che dubita del cuore 
[1]
Solo senza se stesso

Guerra tra lui e il giorno
C?? bisogno di qualcuno da incolpare
Alla fine, pu? fare poco da solo

Tu credi solo a ci? che vedi
Tu ricevi solo ci? che dai

La carezza l?unica, non svanisce mai 
[2]
La pioggia nel tuo cuore ? le lacrime del dolore di Bianca Neve 
[2]
La carezza l?unica, l?amaranto nascosto 
[2]
Nella terra dove sorge il sole 
[2]

Separati dal branco nomade
In questa breve volo del tempo raggiungiamo 
[3]
I prescelti, chiunque osi 
[4]

Tu credi solo a ci? che vedi
Tu ricevi solo ci? che dai

La carezza l?unica, non svanisce mai
La pioggia nel tuo cuore ? le lacrime del dolore di Bianca Neve
La carezza l?unica, l?amaranto nascosto
Nella terra dove sorge il sole

Stendendosi alla ricerca di qualcosa di inviolato 
[5]
Udire le voci della chiamata che non svanisce mai


La carezza l?unica, non svanisce mai
La pioggia nel tuo cuore ? le lacrime del dolore di Bianca Neve
La carezza l?unica, l?amaranto nascosto
Nella terra dove sorge il sole


Battezzato con un come perfetto
Colui il cui cuore dubita [1]
Da solo, senza sé stesso

E' guerra tra lui ed il giorno
Gli serve qualcuno da incolpare
Alla fine, può fare poco da solo

Credi solo in ciò che vedi
Ricevi solo ciò che dai

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore [2]
Le lacrime bianche come la neve [2]
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra [2]
Che appartiene all'alba [2]

Lontani dal branco errabondo
In questo breve lasso di tempo [3]
Raggiungiamo coloro che osano sempre [4]

Credi solo in ciò che vedi
Ricevi solo ciò che dai

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore
Le lacrime bianche come la neve
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra
Che appartiene all'alba

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore
Le lacrime bianche come la neve
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra
Che appartiene all'alba

Trova, cerca qualcosa di mai toccato prima [5]
Ascolta le voci del richiamo che non svanisce mai
(Richiamo)
(Richiamo)

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore
Le lacrime bianche come la neve
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra
Che appartiene all'alba

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore
(Pioggia)
Le lacrime bianche come la neve
(Pioggia)
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra
Che appartiene all'alba
(Alba)

note
[1] Doubt by heart non è una frase fatta, purtroppo. By heart può voler dire a memoria, ma ovviamente non è questo il caso. Secondo me by diventa l'introduzione per un complemento di mezzo, che limita a qualcosa (o a un modo, a seconda di come lo si vuole leggere) di più specifico l'azione del dubbio. In ogni caso, dubitare di si dice doubt of, quindi è completamente da scartare.

[2] Chi conosceva già questo testo - me compreso, ovviamente, visto che lo avevo già tradotto - avrà potuto immaginarsi che la vera catastrofe sarebbe stata il ritornello. Questa parte è davvero difficile; ci ho messo un po' per sistemare tutto, e mi rendo conto che sia facile lasciarsi trarre in inganno da interpretazioni più immediate ma meno logiche se prese nel complesso. Ma mi viene anche da chiedermi: se leggendo una traduzione se ne capisce tanto quanto leggendo l'inglese (e non si sa l'inglese), a cosa serve averla fatta? Ovvero, se pur di tradurre si scrive qualcosa che non ha nessun tipo di senso, a cosa è servito? Comunque, per non impelagarmi in un delirio incomprensibile ai più (e forse anche a me!), preferisco separare in due il lavoro e spiegare con calma prima la mia traduzione e poi gli errori dell'altra.

In principio era il verbo: caress è un imperativo esortativo, quindi accarezza. Assunto questo abbiamo già anche un soggetto, sottinteso; ci manca un complemento oggetto, che ci viene gentilmente fornito subito dopo con the one. Prima di soffermarci sul suo significato, però, facciamo un passo avanti. Dato che nel finale di riga e in quella successiva non ci sono altri verbi ci troviamo con sostantivi che hanno tutta l'aria di essere complementi oggetti anch'essi. Il conto sale così a tre: the one, the never fading rain e the tears. La domanda è se si tratti di tre cose diverse o di una sola espressa più volte; l'unico modo per sperare di capirlo è ragionare su the one: cosa può voler dire? Come sostantivo, sarebbe il prescelto, ma me la sento tranquillamente di passare agli altri significati. One è usato con un'infinità di funzioni avverbiali, ma più spesso si trova come enfatizzazione dell'unicità o importanza di qualcosa; the one thing vuol dire la sola cosa, ad esempio. In questo caso avremmo quindi non un vero e proprio complemento oggetto, quanto piuttosto una qualità da assegnare ad esso: leggendo a questo punto la pioggia e le lacrime come due descrizioni di una sola cosa (più che plausibile), è ad esse che si riferisce. Abbiamo quindi non accarezza l'unico/a, la pioggia, le lacrime, come verrebbe spontaneo interpretare, ma accarezza la speciale pioggia, le speciali lacrime. Dato che, come abbiamo già detto, il complemento oggetto è in realtà uno solo espresso in più modi e che questa qualità è nominata solo la prima volta, per mantenermi più vicino stilisticamente al testo originale ho preferito evitare una ripetizione, insita comunque nel significato. Questo stesso discorso va ripetuto esattamente uguale per l'hiding amaranth della terza riga, che non è neppure abbinato ad un suo "sinonimo". Sbrogliata questa matassa, tutto il resto è quasi già fatto; rimane solo da dare un senso a quel land of the daybreak, che, senza voler approfondire troppo, mi sembra abbastanza chiaramente un'appartenenza (terra dell'alba), resa poi più scorrevolmente.

Bene, ora arriva la parte veramente difficile. Che cazzo c'è scritto in blu? Caress è diventato un sostantivo, cosa non di per sé impossibile, quanto sconsigliata, soprattuto visto il risultato sulla frase di questa resa. La carezza l'unica è più il delirio di un tossico che un discorso compiuto (e vorrei far notare che il primo la in inglese non è scritto da nessuna parte, anche se fare finta che ci sia è un po' più comodo), ma andiamo oltre. The never fading è stato abbinato a caress e separato da rain - grammaticalmente non è un errore, è l'essere costellato di errori che lo mette un po' in difficoltà. Arrivando finalmente alla pioggia procediamo lisci fino alla fine, quando ci troviamo di fronte a un piccolo capolavoro. Biancaneve - che, ad onor del vero, si scriverebbe tutto attaccato - salta fuori molto spesso nelle traduzioni; più spesso di quanto ci sia nei testi originali. Perché? Perché accendere il cervello è più difficile che guardare un film della Disney. Per quanto innegabilmente Biancaneve si chiami in lingua originale Snow White, può essere utile sapere che in generale l'accostamento (sostantivo) (colore) è da tradurre con (colore) come (sostantivo): pitch black = nero come la pece. Risolto il mistero, finalmente; anche del senso del nome di Biancaneve, magari, per chi se lo fosse mai posto. Sorvolando sulla terza riga perché uguale alla prima, arriviamo alla land of the daybreak. Devo dire che la terra dove sorge il sole non è bruttissimo e mantiene il senso, ma rimane meno in linea col tono poetico di tutto il testo; ok, avevano appena scritto la carezza l'unica, quindi forse è una considerazione stupida...

Il peggio è passato; il resto è ordinaria amministrazione.

[3] Neanche a dirlo, flight non significa solo propriamente volo, ma anche progressivo scorrere. Non era davvero impossibile arrivarci.

[4] Bene. Il primo errore che noto è nel testo inglese usato su Dartagnan, che almeno hanno intelligentemente riportato, dove oltre a separare ones da quello che segue con una virgola who ever è diventato whoever. The ones who ever significa, molto semplicemente, coloro i quali sempre, e mi sembra la lettura più ovvia e lineare che si possa dare. Ones è diventato prescelti, che come ho già detto non è sbagliato di per sé, come non sarebbe sbagliato dire che whoever dares significhi chiunque osi... se solo dare qui fosse alla terza persona singolare. Whoever è sempre grammaticalmente singolare, quindi whoever dare non vuol dire niente; dato che dare è plurale, e di altri plurali c'è solo ones, sarebbe meglio che i due fossero legati un po' più strettamente...

[5] Qui eravamo già nella fase di delirio tipica della fine di un brano; "Le ultime due righe, dai!". Ci sono due verbi in inglese, reach e search for. Come traduciamo? Come se ci fosse scritto reach for, ovviamente!

Delain - Get The Devil Out Of Me (traduzione)

Get The Devil Out Of Me - Porta il diavolo fuori da me

I don't know what to feel
I don't know what to say
I don't know what to do
What makes me treat you this way
I get nerve in my bones
Or I get nerve in my heart
Why don't you leave me alone
Before I tear you apart?

I'm no Jesus Christ
I'm the one mistake
That you love to hate
I apologize
It's your destiny
To get the devil out of me

I don't know what to do
It always ends the same way
Though I've been here before
I know the rules to this game
And though I try not to lose
In the end I will fall
Better to have you in tears
Than not to have you at all

I'm no Jesus Christ
I'm the one mistake
That you love to hate

I'm no Jesus Christ
I'm the one mistake
That you love to hate
I apologize
It's your destiny
To get the devil out of me

If you think I'm hard to handle
(You give up so easily)
I just need a good example
(To be what I used to be)

Get the devil out of me

I'm no Jesus Christ
I'm the one mistake
That you love to hate
I apologize
It's your destiny
To get the devil out of me



Non so che cosa provare
Non so che cosa dire
Non so che cosa fare
Che cosa mi fa trattare te in questo modo
Sento la rabbia nelle ossa
O la sento nel cuore
Perché non mi lasci da sola
Prima che ti faccia a pezzi?

Non sono Gesù Cristo
Sono quello sbaglio
Che ami odiare
Ti chiedo scusa
E' il tuo destino
Portare il diavolo fuori da me

Non so che cosa fare
Finisce sempre nello stesso modo
Anche se sono già stata qui
Conosco le regole di questo gioco
E anche se provo a non perdere
Alla fine crollerò
Meglio averti in lacrime
Che non averti affatto

Non sono Gesù Cristo
Sono quello sbaglio
Che ami odiare

Non sono Gesù Cristo
Sono quello sbaglio
Che ami odiare
Ti chiedo scusa
E' il tuo destino
Portare il diavolo fuori da me

Se pensi che io sia difficile da trattare
(Ti arrendi così facilmente)
Mi serve solo un buon esempio
(Per essere quella che ero un tempo)

Porta il diavolo fuori da me

Non sono Gesù Cristo
Sono quello sbaglio
Che ami odiare
Ti chiedo scusa
E' il tuo destino
Portare il diavolo fuori da me

Nightwish - Away (traduzione)

Away - Lontano

The days were brighter
Gardens more blooming
The nights had more hope
In their silence
The wild was calling
Wishes were whispering
The time was there
But without a meaning

Away, away, away in time
Every dream's a journey away
Away, away to a home, away from care
Everywhere's just a journey away

The days departed
Gardens deserted
This frail world
My only rest?
The wild calls no more
Wishes so hollow
The Barefoot Boy
Weeping in an empty night

Away, away, away in time
Every dream's a journey away
Away, away to a home, away from care
Everywhere's just a journey away

Cherish the moment
Tower the skies
Don't let the dreamer
Fade to grey like grass
No falling for life
A gain for every loss
Time gathered me
But kept me flying

Away, away, away in time
Every dream's a journey away

Away, away, away in time
Every dream's a journey away
Away, away to a home, away from care
Everywhere's just a journey away

Away, away, away in time
Every dream's a journey away
Away, away to a home, away from care
Everywhere's just a journey away


I giorni erano più luminosi
I giardini più rigogliosi
Le notti avevano più speranza
Dentro al loro silenzio
L'ignoto chiamava
Desideri sussurravano
Il tempo era lì
Ma senza un significato

Lontano, lontano, lontano nel tempo
Ogni sogno è un viaggio lontano
Lontano, lontano ma a casa, lontano dalle preoccupazioni
Ovunque è lontano soltanto un viaggio

I giorni se ne andavano
I giardini abbandonavano
Questo fragile mondo
Il mio unico riposo?
L'ignoto non chiama più
Desideri così vani
Il Ragazzo a piedi nudi
Piange in una notte vuota

Lontano, lontano, lontano nel tempo
Ogni sogno è un viaggio lontano
Lontano, lontano ma a casa, lontano dalle preoccupazioni
Ovunque è lontano soltanto un viaggio

Conserva quel momento
Sovrasta i cieli
Non lasciare che il sognatore
Svanisca nel nulla come erba
Non cadere per la vita
Ottenere qualcosa per ogni perdita
Il tempo mi ha raccolto
Ma mi ha fatto continuare a volare

Lontano, lontano, lontano nel tempo
Ogni sogno è un viaggio lontano

Lontano, lontano, lontano nel tempo
Ogni sogno è un viaggio lontano
Lontano, lontano ma a casa, lontano dalle preoccupazioni
Ovunque è lontano soltanto un viaggio

Lontano, lontano, lontano nel tempo
Ogni sogno è un viaggio lontano
Lontano, lontano ma a casa, lontano dalle preoccupazioni
Ovunque è lontano soltanto un viaggio

Evanescence - What You Want; confronto di traduzione

(Per la versione di Sara, vedere qui)

L) Questa sera mi sentivo particolarmente ispirato per un confronto, così ho deciso di cercare qualche "bella" traduzione in giro. Mi sono detto: qual è la canzone dell'ultimo album degli Evanescence che ha avuto più successo? Senza dubbio What You Want. E indovinate un po'; qual è la canzone dell'ultimo album degli Evanescence che è stata tradotta alla cazzo di cane su airdave?

What You Want - Quello che vuoi

Do what you what you want
If you have a dream for better [1]
Do what you what you want
Till you don't want it anymore [2]
(Remember who you really are)
Do what you what you want
Your world's closing in on you now [3]
(It isn't over)
Stand and face the unknown [4]
(Got to remember who you really are) [5]

Every heart [6]
In my hand [6]
Is like a pale reflection [6]

Hello, hello, remember me?
I'm everything you can't control
Somewhere beyond the pain
There must be a way to believe we can break through [7]

Do what you what you want
You don't have to lay your life down [8]
(It isn't over)
Do what you what you want
Till you find what you're looking for
(Got to remember who you really are)

But every hour [9]
Slipping by [9]
Screams that I have failed you [9]

Hello, hello, remember me?
I'm everything you can't control
Somewhere beyond the pain
There must be a way to believe
Hello, hello, remember me?
I'm everything you can't control
Somewhere beyond the pain
There must be a way to believe

There's still time
Close your eyes
Only love will guide you home
(Only love)
Tear down the walls and free your soul
Till we crash [10]
We're forever spiraling [10]
Down, down, down, down [10]

Hello, hello, it's only me [11]
Infecting everything you love
Somewhere beyond the pain
There must be a way to believe

Hello, hello, remember me?
I'm everything you can't control
Somewhere beyond the pain
There must be a way to learn forgiveness
Hello, hello, remember me?
I'm everything you can't control
Somewhere beyond the pain
There must be a way to believe we can break through

(Remember who you really are)
Do what you what you want


Fai quello quello che vuoi, se hai un sogno per il meglio [1]
Fai quello quello che vuoi fino a che non lo vuoi ulteriolmente 
[2]
(ricorda chi sei veramente)
Fai quello quello che vuoi, chiudendo il tuo mondo su di te ora 
[3]
(non è finita)
Stacci e affronta l'ignoto 
[4]
(hai avuto modo di ricordare chi sei veramente) 
[5]
Ogni cuore nelle mie mani come un pallido riflesso 
[6]

Ciao, ciao ti ricordi di me?
Sono tutto quello che non si può controllare
Da qualche parte al di là del dolore ci deve essere un modo per credere di poter sfondare 
[7]

Fai quello quello che vuoi , non devi gettare la tua vita in basso 
[8]
(non è finita)
Fai quello quello che vuoi fino a trovare quello che stai cercando
(hai avuto modo di ricordare chi sei veramente)
Ma ogni ora sta scivolando verso le urla che ti ho mancato 
[9]

Ciao, ciao ricordi di me?
Sono tutto quello che non si può controllare
Da qualche parte al di là del dolore ci deve essere un modo per credere
Ciao, ciao ricordi di me?
Sono tutto quello che non si può controllare
Da qualche parte al di là del dolore ci deve essere un modo per credere

C'è ancora tempo
Chiudi gli occhi
Solo l'amore ti guiderà a casa
Abbatti i muri e libera la tua anima
Finchè non crolliamo discendiamo una spirale giù, giù, giù, giù 
[10]

Ciao, ciao, è solo a me 
[11]
Infettando tutto ciò che ami
Da qualche parte al di là del dolore ci deve essere un modo per credere

Ciao, ciao ricordi di me?
Sono tutto quello che non si può controllare
Da qualche parte al di là del dolore ci deve essere un modo per imparare il perdono
Ciao, ciao ricordi di me?
Sono tutto quello che non si può controllare
Da qualche parte al di là del dolore ci deve essere un modo per credere di poter sfondare



Fai quello che - quello che vuoi
Se hai un sogno per migliorare le cose [1]
Fai quello che - quello che vuoi
Finché non vorrai più farlo [2]
(Ricordati chi sei veramente)
Fai quello che - quello che vuoi
Il tuo mondo ti si stringe sempre più addosso [3]
(Non è finita)
Resta in piedi e affronta l'ignoto [4]
(Devi ricordarti chi sei veramente) [5]

Tutto il coraggio [6]
Che ho nelle mani [6]
E' come un pallido riflesso [6]

Ciao, ciao, ti ricordi di me?
Io sono tutto quello che non puoi controllare
Da qualche parte, al di là del dolore,
Deve esserci un modo per credere che possiamo farcela [7]

Fai quello che - quello che vuoi
Non hai bisogno di sacrificare la tua vita [8]
(Non è finita)
Fai quello che - quello che vuoi
Finché non troverai quello che stai cercando
(Devi ricordarti chi sei veramente)

Ma ogni ora [9]
Che se ne va [9]
Grida che ti ho deluso [9]

Ciao, ciao, ti ricordi di me?
Io sono tutto quello che non puoi controllare
Da qualche parte, al di là del dolore,
Deve esserci un modo per credere
Ciao, ciao, ti ricordi di me?
Io sono tutto quello che non puoi controllare
Da qualche parte, al di là del dolore,
Deve esserci un modo per credere

C'è ancora tempo
Chiudi gli occhi
Solo l'amore ti guiderà fino a casa
(Solo l'amore)
Abbatti i muri e libera la tua anima
Finché non ci schiantiamo [10]
Continuiamo a cadere [10]
Sempre più giù [10]

Ciao, ciao, sono solo io [11]
Che infetto tutto ciò che ami
Da qualche parte, al di là del dolore,
Deve esserci un modo per credere

Ciao, ciao, ti ricordi di me?
Io sono tutto quello che non puoi controllare
Da qualche parte, al di là del dolore,
Deve esserci un modo per imparare a perdonare
Ciao, ciao, ti ricordi di me?
Io sono tutto quello che non puoi controllare
Da qualche parte, al di là del dolore,
Deve esserci un modo per credere che possiamo farcela

(Ricordati chi sei veramente)
Fai quello che - quello che vuoi

note
[1] Cominciamo bene. Chiaramente qui hanno tradotto alla lettera, ma forse leggendo una frase che non ha nessun senso c'è da farsi qualche domanda, no? No, a quanto pare.

[2] Questa è fantastica; erano anni che non trovavo qualcuno che sbagliava una negazione. Per chi non se ne intendesse molto, in inglese la doppia negazione è praticamente inesistente, esattamente come da noi lo è la singola: quando in italiano dici non ho fatto niente in inglese va tradotto con non ho fatto qualsiasi cosa (I didn't do anything), d'altra parte anche logicamente più corretto. Evidentemente la fatina buona delle traduzioni non ha mai bussato alla porta di chi per una canzone prepara una pagina chilometrica con interviste al gruppo, rumors pre-pubblicazione, preview del singolo di preview, singolo e alla fine pubblica questo testo illeggibile.

[3] La prima critica che faccio qui è riguardo il tempo verbale, palesemente inconciliabile col discorso che si sta facendo (da quanto ho visto fino a oggi sono uno dei pochissimi traduttori di canzoni che si rende conto che le righe dei testi sono COLLEGATE TRA LORO A FORMARE UN DISCORSO, e non sono solo AFORISMI CASUALI MESSI IN FILA). Lasciamo perdere la resa italiana, soprattutto visto il resto di cui c'è da parlare...

[4] Devo dire che stacci non me l'aspettavo. Lodevole lo sforzo di fantasia per rendere in italiano un verbo intraducibile alla lettera, peccato che - oltre ad avere poco senso di per sé - il senso non fosse quello.

[5] Qui invece la fantasia non era richiesta; va da sé che se non si sa l'inglese tradurre dall'inglese può risultare difficile.

[6] Qui vanno ripartite bene le colpe per quello che leggete in blu. Per cominciare, il testo inglese della loro pagina accorpa erroneamente 's ad hand, trasformando un verbo nella pluralizzazione di un sostantivo; preciso anche che il significato di heart è tutt'altro che immediato (anche se è abbastanza immediato il capire che cuore non va bene) e che ci ho pensato un po' per trovare un'interpretazione convincente. Resta il fatto che se dopo neanche un quarto della canzone ti rendi conto che non stai capendo un accidenti di niente converrebbe fermarsi un momento a riflettere prima di andare oltre, cosa evidentemente non fatta.

[7] Questa nota non è per segnalare un vero e proprio errore, piuttosto una sfumatura interpretativa. Alla lettera break through vuol dire davvero sfondare qualcosa, ma, in senso figurato (quello che si trova più spesso), rappresenta piuttosto il superamento di una difficoltà o di una situazione ostile. La tentazione di riunificare i due significati può essere forte, come hanno fatto qui. Bisogna però tenere conto che l'italiano sfondare, preso figurativamente, copre uno spettro di significati molto più ridotto di break through, limitandosi al solo fare successo, e non avvicinandosi affatto al generico sforzo per affrontare un problema. In questo caso potrebbe, e sottolineo il condizionale, anche essere questo il senso effettivamente assunto dal verbo inglese, ma personalmente non me la sento di troncare tutta una gamma di possibilità di significato solo per avere la soddisfazione di avere mantenuto il termine originale anche in un suo significato che di certo qui non ha.

[8] Se dovessi cercare un'interpretazione letterale di lay your life down probabilmente finirei anch'io in qualcosa di simile; non devo, visto che è una frase fatta.

[9] Ed ecco il capolavoro di questa traduzione. E' difficile incominciare l'analisi di qualcosa di completamente sbagliato. Andiamo alla lettera: but every hour (ma ogni ora, e fin qui ci siamo) slipping by (che scivola via; è sì un verbo riferito a every hour, ma i participi presenti inglesi non possono mai fungere, in forme del genere, da verbo della principale, diventando automaticamente delle subordinate) screams that I have failed you (grida che io ti ho deluso; verso non c'è da nessuna parte, oppure è stato visto nel by, che ovviamente non può avere nulla a che spartire. Era qui il vero verbo principale, peccato che sia diventato un sostantivo). Notevole il fatto che tutti gli elementi della frase siano stati considerati anche se il risultato non ha alcun senso: le urla che ti ho mancato è palesemente un periodo sbagliato, visto che mancare non è un verbo che può reggere un complemento di termine - o, se lo si intende come far pesare la propria mancanza su qualcuno (allontanandosi dall'inglese, ma facciamo finta di niente), ha bisogno di essere come ausiliare, e non di avere. Insomma, abbiamo tirato fuori una bella frasettina che pur di essere in qualche modo ricollegabile al corrispettivo in inglese non ha il minimo senso, nevvero?

[10] Un plauso per avere capito bene l'incastro dei due verbi, un rimprovero sulla resa di spiral down: alla lettera vuol dire sì cadere disegnando una spirale (e sottolineo disegnare, signor Italiano), ma si trova spesso usato per indicare una generica caduta incontrollata, non necessariamente dalla forma così precisa. La ripetizione di down è un'enfatizzazione del proseguo della caduta, e anche se la mia traduzione risulta certamente meno poetica dell'originale personalmente sono per la chiarezza prima di tutto.

[11] Questo è semplicemente gratuito e senza senso; probabilmente non avevano più voglia di capire cosa stavano scrivendo, anche perché fino a qui c'erano ben poche cose di senso compiuto. Degna ultima nota per questo lavoro.

Sgt. Joshua Helterbran - The Final Inspection (traduzione)

The Final Inspection - L'ultima ispezione

The soldier stood and faced God,
Which must always come to pass.
He hoped his shoes were shining,
Just as brightly as his brass.

"Step forward now, you soldier,
How shall I deal with you?
Have you always turned the other cheek?
To my Church have you been true?"

The soldier squared his soldiers and said
"No, Lord, I guess I ain't.
Because those of us who carry guns
Can't always be a saint.

I've had to work most Sundays,
And at times my talk was tough.
And sometimes I've been violent
Because the world is awfully rough.

But, I never took a penny
That wasn't mine to keep...
Though I worked a lot of overtime
When the bills just got too steep.

And I never passed a cry for help
Though at times I shook with fear.
And sometimes, God, forgive me,
I've wept unmanly tears.

I know I don't deserve a place
Among the people here.
They never wanted me around,
Except to calm their fears.

If you've a place for me here, Lord,
It needn't be so grand.
I never expected or had too much,
But if you don't, I'll understand."

There was a silence all around the throne
Where the saints had often trod.
As the soldier waited quietly
For the judgement of his God.

"Step forward now, you soldier,
You've borne your burdens well.
Walk peacefully on Heaven's streets,
You've done your time in Hell."


Il soldato stava dritto davanti a Dio,
Una cosa che deve sempre succedere.
Sperava di avere le scarpe scintillanti
Almeno quanto la sua medaglietta.

"Vieni avanti, soldato,
Cosa devo fare con te?
Hai sempre mostrato l'altra guancia?
Sei stato fedele alla mia Chiesa?"

Il soldato irrigidì le spalle e disse
"No, Signore, credo di no.
Perché quelli di noi che imbracciano un'arma
Non possono essere sempre dei santi.

Ho dovuto lavorare quasi tutte le domeniche,
E certe volte le mie parole erano di minaccia.
E a volte sono stato violento,
Perché il mondo è terribilmente selvaggio.

Ma non ho mai avuto denaro
Che non mi fossi guadagnato...
Benché facessi un sacco di straordinari
Quando le bollette diventavano troppo onerose.

E non ho mai ignorato una richiesta di aiuto
Benché certe volte avessi paura.
E a volte, Dio, perdonami,
Ho piano lacrime da essere umano.

So di non meritarmi un posto
Qui, tra queste persone.
Loro non mi hanno mai voluto vicino
Se non per calmare le loro paure.

Se hai un posto per me qui, Signore,
Non serve che sia niente di che.
Non ho mai sperato o avuto molto,
Ma se anche non ce l'hai, capirò."

C'era silenzio tutto intorno al trono
Dove spesso avevano camminato i santi.
Mentre il soldato attendeva in silenzio
Il giudizio del suo Dio.

"Vieni avanti, soldato,
Hai sopportato bene il tuo fardello.
Cammina liberamente per le strade del Paradiso,
Hai finito di scontare la tua condanna all'Inferno."

Scaletta poesie

Anche se questa pagina ci serve più per ragioni di ordine che altro, e sottolineo che la traduzione di poesie non è il nostro impegno abituale, qualora qualcuno volesse un nostro parere a riguardo non glielo rifiuteremo di certo. A meno che non ci chiediate opere smisuratamente lunghe o già tradotte e ritradotte, naturalmente.

Sgt. Joshua Helterbrand:
a cura di: Lorenzo TP